Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Eventi CONFUCIUS DAY - Dietro le Quinte dell’Opera Cinese

CONFUCIUS DAY - Dietro le Quinte dell’Opera Cinese

MOSTRA / PERFORMANCE / LABORATORIO sabato 26 settembre 2015 9.00 - 19.00 SPAZIO MIRIONIMA PIAZZA DELLA LIBERTÀ, MACERATA

Dettagli dell'evento

Quando

26/09/2015
dalle 09:00 alle 19:00

Dove

Gallleria Mirionima, Piazza della Libertà

Aggiungi l'evento al calendario

Sabato 26 settembre 2015 presso la Galleria Mirionima, in Piazza della Libertà, si terrà la mostra e performance


"Dietro le quinte dell'Opera cinese"
进戏曲的幕

 

Il teatro cinese tradizionale, significa “trasmettere lo straordinario”. Dietro le quinte dell'Opera cinese
L’opera cinese corrisponde a forme teatrali cantate apparse dal XIII secolo, le si attribuiscono origini entrambi religiose e indiane. La forma la più compiuta di questa arte è l’Opera di Pechino (jīng jù, 京剧), sintesi di diversi stili drammatici regionali cristallizzati alla fine del XIII secolo. Gli altri generi conosciuti sono il Kunqu (kūn qu, 昆曲) rappresentativo delle forme teatrali del sud, l’Opera del Sichuan (chuān jù, 川剧), le cui tecniche di cambiamento delle maschere sono spettacolari, così come alcuni teatri popolari locali. 
L’opera cinese spinge ai più alti livelli l’arte della codifica. Non appena un attore entra in scena, il pubblico avvisato riconosce immediatamente di quale personaggio si tratta. Ogni costume, gesto, melodia, espressione o oggetto corrisponde ad un codice preciso. Il divieto delle attrici (dalla fine del XVII all’inizio del XX secolo) rinforza la codifica nell’interpretazione della femminilità dagli attori maschili - in quei tempi chiamati “Fiore”. Mei Lanfang ne è il più conosciuto rappresentante in particolare grazie al film “ Addio mia concubina“ di Chen Kaige, liberamente ispirato alla sua storia.